This post is also available in: English (Inglese)

IlyaGringolts_CR_TomaszTrzebiatowski 2016 corsi

Il violinista russo ILYA GRINGOLTS cattura il pubblico grazie alle sue esibizioni virtuosistiche e alle sue interpretazioni sensibili, ed è sempre alla ricerca di nuove sfide musicali.

Dopo aver studiato violino e composizione a San Pietroburgo, Ilya Gringolts frequenta la Juilliard School of Music dove studia con Itzhak Perlman. Nel 1998 vince il prestigioso Concorso ‘Premio Paganini’ divenendo il più giovane vincitore nella storia del Concorso.

Richiestissimo come solista, si dedica sia al grande repertorio orchestrale sia ad opere contemporanee e poco frequentate. Tiene le prime esecuzioni assolute di opere di Peter Maxwell Davies, Augusta Read Thomas, Christophe Bertrand e Michael Jarrell, e Bernhard Lang. È inoltre molto interessato alla prassi esecutiva storicamente informata e collabora per questo con rinomati ensemble quali la Finnish Baroque Orchestra, Arcangelo e Oxford Philharmonia.

Ilya Gringolts si esibisce con le principali orchestre di tutto il mondo tra cui la Royal Liverpool Philharmonic, City of Birmingham Symphony Orchestra, BBC Symphony, Deutsches Symphonie-Orchester Berlin, Filarmonica di San Pietroburgo, Filarmonica di Los Angeles, la Sinfonica NHK, Mahler Chamber Orchestra ed entrambe le orchestre della SWR (Radio della Germania sud-occidentale).

Tra gli appuntamenti salienti di recente realizzazione ci sono i progetti con la Royal Stockholm Philharmonic, l’Orchesta Sinfónica de Galicia, l’Orchestra Filarmonica d’Israele, l’Orchestra Sinfonica di Singapore e la Bamberg Symphony Orchestra.

Ilya Gringolts inaugura la scorsa stagione al Festival Enescu, interpretando il Concerto per Violino di Michael Jarrell e in programma ulteriori inviti per suonare con ensemble di fama internazionale quali la Bavarian Radio Symphony Orchestra, la BBC Scottish Symphony Orchestra, la Budapest Festival Orchestra, la Radio Filharmonisch Orkest, la Helsinki Philharmonic Orchestra, l’Orchestra della Toscana e la NRK Norwegian Radio Orchestra. Nella primavera del 2020, Ilya Gringolts è stato nominato artist in residence al Musiktage di Badenweiler accanto agli ospiti Meta4 e Kristian Bezuidenhout, oltre al Quartetto Gringolts, dove è primo violino.

Gringolts fonda il quartetto nel 2008 e riscuote un grande successo al Festival di Salisburgo, al Festival di Lucerna, al Menuhin Festival di Gstaad e al Festival di Edimburgo e nelle più rinomate sale da concerto internazionali come il Concertgebouw di Amsterdam, la Philharmonie Luxembourg, la Elbphilharmonie di Amburgo, la Konzerthaus di Dortmund ed infine il Teatro La Fenice di Venezia. Musicista da camera molto richiesto, Ilya Gringolts collabora regolarmente con artisti del calibro di James Boyd, David Kadouch, Itamar Golan, Peter Laul, Aleksandar Madzar, Nicolas Altstaedt, Christian Poltera, Andreas Ottensamer, Antoine Tamestit e Jörg Widmann.

Le sue numerose registrazioni per Deutsche Grammophon, BIS, Hyperion e Onyx sono ampiamente elogiate dalla critica e la registrazione nel 2013 dei Ventiquattro Capricci per violino solo di Paganini riceve ottime recensioni. In campo orchestrale pubblica il Concerto per violino di Weinberg con l’Orchestra Filarmonica di Varsavia nel 2015, il Concerto per violino di Dvorak con la Filarmonica di Praga e i Concerti di Korngold e Adams con la Filarmonica di Copenaghen.

Nel 2018 Ilya Gringolts pubblica il secondo CD del suo progetto di incisione delle opere complete per violino di Stravinskij, registrato insieme all’Orchestra Sinfonica della Galizia diretta da Dima Slobodeniouk.

Oltre alla carica di professore di violino per l’Accademia delle Arti di Zurigo, è anche Violin International Fellow della Royal Scottish Academy of Music and Drama di Glasgow.

Ilya Gringolts suona un violino Giuseppe Guarneri “del Gesù” di Cremona (1742-43).

Ilya
Gringolts
Violino