Tradire Thumbnail header pagine singole
Il concerto previsto il 5 marzo 2020 è stato rinviato a data da stabilire

Palazzo Chigi Saracini
ore 21

CARTE D’ARMENIA

ARTYOM MINASYAN  duduk
ALEXIS AVAKIAN sax tenore
RUŞAN FILIZTEK saz, voce
MAURO GARGANO contrabbasso

Ci sono canti che hanno riecheggiato nelle pianure sotto le cime dell’Ararat, hanno danzato al ritmo dei colpi battuti sul rame nei vicoli affollati dei mercati di Anatolia ed Egitto. Si sono persi fra le calli di Venezia, fino a spegnersi nel silenzio delle sue biblioteche. Sono approdati nei rumorosi caffè dei sobborghi delle capitali europee, nei bianchi quartieri accalcati sui porti mediterranei. Nell’ultimo secolo la memoria di quei canti antichi ha nutrito la canzone d’autore francese, le sonorità del cinema e del teatro, la ricerca musicale in bilico fra estasi, elegia e sperimentazione.

Sono le melodie armene, che da sempre hanno viaggiato verso Occidente inseguite dalle minacce dell’oblio. Come ai tempi del monaco Komitas (1869-1935), padre della musica armena moderna, che nacque nella sacra Echmiadzin, visse a Istanbul e morì a Parigi: insieme alle canzoni popolari da lui raccolte nei villaggi della sua regione, i suoi inni sacri sono i primi canti di cui si può ancora tracciare il ricordo.

I viaggi di quelle musiche hanno lasciato sulla terra e fra le genti segni che potrebbero aiutarci a disegnare una serie di carte d’Armenia, da fare e rifare rincorrendo somiglianze, rime, echi.

Le tragedie del Novecento ci hanno insegnato che l’identità di un popolo sopravvive anche grazie alla memoria dei suoi canti, che riescono a custodire i sentimenti provati nella semplicità della vita quotidiana, fermi di fronte a un panorama, nel raccoglimento della preghiera, nel gioire delle feste a passo di danza.

Racconti e canti sono i bagagli più leggeri da portare sulle strade della diaspora, e sono anche i semi che permetteranno ad un popolo di riaffondare le radici nelle terre che accoglieranno i suoi figli: nuove case, dove i canti risuoneranno a voce piena, con altri accenti, inflessioni, emozioni.

La musica di Alexis Avakian fiorisce da quei semi della memoria piantati in Francia, e germogliati in un ambiente dove il jazz fa da terreno ospitale per chiunque abbia l’urgenza di esprimere la sua propria voce. Con la toccante nostalgia dei mugham il fraseggio ricama linee melodiche sul tessuto armonico, dove la tradizione occidentale si intreccia al linguaggio dell’improvvisazione afroamericana. La musica di Avakian diventa così a sua volta un luogo accogliente di incontro, dialogo e scambio con altri musicisti. Non solo con il duduk di Artyom Minasyan, voce inconfondibile della memoria musicale armena. Ma anche con la creatività di Rusan Filiztek, nomade musicale capace di trasportare il suono del saz in universi anche lontanissimi fra loro, ma tutti legati a doppio filo con le tradizioni. In questa fitta conversazione, il solido e raffinato contrabbasso di Mauro Gargano, italiano di Francia dal sapere musicale cosmopolita, diventa l’arbitro di ogni traduzione fra un mondo sonoro e l’altro, offrendo agli ascoltatori un filo cui aggrapparsi per poi perdersi felicemente nel labirinto di una musica che ci riguarda tutti.

Stefano Jacoviello 

ASCOLTO LIBERO

Alexis Avakian Quintet, Yerevanadzor, Live at Studio de l’Ermitage

Alexis Avakian, con Artyom Minasyan, Ludovic Allainmat, Boulevard des grands pins, TSF live

Alexis Avakian Quintet, Hi Dream, Cd trailer

Artyom Minasyan, Messa in San Giovanni Apostolo dei Caldei a Arnouville, TV – France 2

Mauro Gargano Mo’ Avast Band, Ostuni, da “Born in the Sky”

Rusant Filiztek con François Aria, Supernovae

Rusan Filiztek con Solon Lekkas, Se kenourgia varka bika

Rusan Filiztek con Emine Bostanci, Mamos

INGRESSO GRATUITO

Prossimi concerti
Events for 1 Luglio
Nessun evento
Events for 2 Luglio
Nessun evento
Events for 3 Luglio
Nessun evento
Events for 4 Luglio
Nessun evento
Events for 5 Luglio
Events for 6 Luglio
Events for 7 Luglio
Nessun evento
Events for 8 Luglio
Events for 9 Luglio
Events for 10 Luglio
21:15

Utopie

Chiesa di Sant'Agostino
Events for 11 Luglio
Events for 12 Luglio
Events for 13 Luglio
Events for 14 Luglio
Events for 15 Luglio
Events for 16 Luglio
Events for 17 Luglio
Events for 18 Luglio
Events for 19 Luglio
Events for 20 Luglio
Events for 21 Luglio
Events for 22 Luglio
Events for 23 Luglio
Events for 24 Luglio
Events for 25 Luglio
Events for 26 Luglio
21:15

3 AM

Teatro dei Rozzi
Events for 27 Luglio
Events for 28 Luglio
Events for 29 Luglio
Events for 30 Luglio
Events for 31 Luglio